posa parquet su pavimento esistente
Parquet su pavimento esistente. E’ possibile?
22 novembre 2015

Parquet in bagno? Questo è il dilemma!

Una delle tendenze degli ultimi anni è di preferire un’unica pavimentazione per tutta l’abitazione in modo da creare continuità ed armonia tra i diversi ambienti. Il legno per questo è l’alleato irrinunciabile per dare un immediato senso di calore e d’accoglienza.

Un dubbio molto diffuso è quindi se montare il parquet in bagno o meno, dove generalmente è sottoposto a maggiore umidità e rischi d’utilizzo.

Bastano però dei semplici accorgimenti per ovviare a queste problematiche.

In primo luogo è preferibile scegliere un parquet più resistente e stabile per evitare deformazioni per il contatto con liquidi di vario tipo. Sì quindi a tipologie di legni duri come il doussiè, l’iroko, il rovere, lo jatoba, il merbau, ecc. Sarebbe meglio evitare legni teneri come il larice, l’abete, il pino, il ciliegio, il noce, il teak, ecc…

Inoltre meglio un parquet incollato perché evita infiltrazioni di liquidi tra il pavimento e il massetto. Infine è più opportuno optare per un parquet verniciato rispetto all’oliato, perché tende ad assorbire meno i liquidi ed è più facile da pulire.

Daniele
Daniele
Daniele è consulente informatico della ditta Parquet Firenze di Merendoni che monta pavimenti in legno da quasi 40 anni.

Comments are closed.